Scrivere per il web o scrivere per l’utente?

Scrivere per il web non è un mestiere affatto facile. Il problema principale, quello che oggi vorrei affrontare, è quello dell’utente finale. Sarà capitato anche a voi, anzi, vi capiterà praticamente ogni giorno, di andare particolarmente di fretta.

Capita a tutti di andare di fretta!

Capita a tutti, dalla mattina alla sera. Andiamo di fretta nel prepararci la mattina, nell’accompagnare i figli a scuola, nel correre al lavoro e così via. Lo stesso vale quando cerchiamo un’informazione online. Telefonino alla mano, sfogliamo rapidamente i risultati di ricerca proposti dal motore per individuare a colpo d’occhio la pagina che secondo noi ci fornirà molto velocemente e senza troppa fatica la risposta al nostro quesito. Anche i quesiti più banali! Come tenere i gerani, ricetta torta di mele, estrazioni del lotto, prezzo di tale o talaltro giocattolo per nostro figlio, e così via. Una vera miniera d’oro di informazioni, purtroppo concepita – spesso non volontariamente – per una fruizione veloce e superficiale.

Navigazione frettolosa e lettura super fast dei contenuti web

E sapete qual è il colmo? Che non solo spesso la navigazione e la lettura sono molto MOLTO frettolose, ma anche che altrettanto spesso condividiamo contenuti che per qualche motivo – spesso insondabile ed inspiegabile – ci hanno strappato un sorriso, suscitato un’emozione, o che abbiamo valutato velocemente come interessanti. Ma se fossimo a scuola ( :DDD), e chi ha condiviso un contenuto venisse, per così dire, “interrogato”, sul contenuto che ha poc’anzi condiviso, siamo davvero sicuri che sarebbe in grado di riferirlo nella sua completezza. Ve lo dico io: la risposta è no!

Riassumendo:

  1. L’attenzione ai contenuti è sempre scarsa;
  2. Il tempo trascorso nella lettura dei contenuti è sempre poco;
  3. Chi condivide i contenuti sui social spesso ha solamente letto il titolo, dato una “lettura veloce” e apprezzato l’immagine o le immagini.

Alla luce di queste osservazioni che riguardano tutti, ma proprio tutti noi, (presenti inclusi), vale la pena indicare qualche regola utile per redigere contenuti web che abbiano qualche chance di venire letti per qualche secondo in più degli 8-12 indicati dalle statistiche. 

Regole per scrivere per il web in modo efficace e soprattutto LEGGIBILE

  1. Dividere il testo in paragrafi: creare un’introduzione, una paragrafatura chiara con opportuni spazi, strutturare il contenuto grazie ad elenchi puntati o numerati, non è solo un’efficace strategia per eseguire un SEO manuale ben fatto, ma aiuta anche il lettore;
  2. Usare il grassetto in modo intelligente, per evidenziare i concetti utili e salienti;
  3. Usare uno stile consequenziale: accompagnate il vostro lettore nella lettura usando un filo logico. Non saltate di palo in frasca! Usate la logica.
  4. Evviva il dono della sintesi. Poche parole ma dette bene. Non lanciatevi in forme passive, sintassi ipotattiche e frasi così lunghe che non si capisce dove andranno a finire. Yoast, un noto plugin di WordPress per il SEO, vi avvertirà subito se vi avventurate il frasi particolarmente lunghe e tortuose. Ma imparerete presto a farlo anche da soli.
  5. Immagini belle come se piovesse! Il problema delle immagini e del loro copyright non è un affare da poco. Ma vi sono delle belle banche dati online dove troverete tante immagini di qualità pronte per essere comodamente scaricate e riutilizzate a piacimento.

Detto questo, il consiglio generale è…

Accontentare i motori va sempre bene, ma abbiate a cuore i vostri utenti!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...